• Autolavaggi
  • criteri di scelta
  • depurazione acque
  • Sondaggi e forum
  • Mercatino usato
  • Consigli per gli acquisti
  • detergenti
  • Foto gallery
  • riccardo
  • Statistiche e curiosita autolavaggi
  • Vuoi maggiori informazioni? contattaci

     wash tec
    il commerciale.com

    Come aprire un autolavaggio (documenti ed adempimenti)

    Molte delle vostre domande sono rivolte a questo quesito come  fare  ad aprire un un autolavaggio?

    D. Che cosa occorre per iniziare un’attività di autolavaggio?

    R.  Verifica della compatibilità della zona prescelta con gli strumenti urbanistici, che potrà essere effettuata direttamentei presso l'Autorità competente (Ufficio tecnico comunale o Geometra incaricato dal comune) per escludere immediatamente o meno la possibilità di realizzare l'impianto. 

    Autorizzazione all’azionamento di motori elettrici se con potenza superiore a 0,5 hp corredata di documentazione di impatto acustico redatta da un tecnico competente in acustica ambientale iscritto all’apposito albo regionale, il cui elenco è disponibile presso lo Sportello e autorizzazione agli scarichi produttivi in fognatura, eventuale richiesta di passo carrabile.

    Se si ha un terreno in zona artigianale,industriale o limitrofo ad un’area di servizio   non esistono  difficoltà oggettive come del resto se si è concessionaria auto o ditta di autotrasporti mentre se il terreno è agricolo  non e facile ottenere   la fattibilita

    Adempimenti
    Per svolgere questa attività è necessario ottenere l'autorizzazione allo scarico delle acque reflue nella pubblica fognatura rilasciata dal Sindaco del Comune in cui si intende svolgere l'attività.
    Qualsiasi tipo di acque scaricate da edifici in cui si svolgono attività commerciali o industriali, diverse dalle acque reflue domestiche e dalle acque meteoriche di dilavamento.
    Gli scarichi di acque reflue industriali immessi nelle reti fognarie debbono rispettare i limiti previsti dalla
    Tab. 3 - scarico in pubblica fognatura - dell’allegato 5 al D.Lgs. 152/99 salvo per quanto previsto dagli articoli 44 e 45 del regolamento.
    Tutti gli scarichi di acque reflue industriali aventi come recapito finale le reti fognarie per le acque reflue urbane dell’area sono ammessi nel rispetto dei limiti quali-quantitativi previsti dal regolamento e purché siano esplicitamente
    autorizzati ai sensi del D.Lgs. 152/99
    Infine,iscrizione all’Albo delle Imprese Artigiane,

     

    Kit  per creare la tua attivita di autolavaggio  :

    guida-piano
    di fattibilità

    +

    software
    economico-finanziario

    +

     modulistica e documentazione

    +

    photo-gallery

    Per maggiori informazioni clicca qui


    Ospitato da Wide Hosting